Cosa c'è attorno

Valle Camonica: le incisioni rupestri

Scenari da cartolina in quella che è la porta d’accesso al comprensorio Ponte di Legno-Tonale, dove è possibile visitare alcuni dei borghi più belli d’Italia, sfruttando la costellazione di fiere ed eventi presenti, oppure esplorare sorprendenti siti culturali, come quello delle incisioni rupestri.
Dimenticato per secoli e riscoperto solo all’inizio del secolo scorso, il tesoro nascosto delle incisioni rupestri di Valle Camonica ti attende a poco più di mezz’ora di strada da qui, presso Capo di Ponte: esplora il primo sito Unesco italiano, aggirandoti nei boschi di castagni tra incisioni millenarie che offrono un affascinante spaccato della vita dell’antico popolo dei Camuni.



Passo Gavia

Collegamento tra Valle Camonica e Valtellina, il Gavia offre un panorama suggestivo in qualunque stagione; diviso a metà tra Brescia e Sondrio, nel territorio del parco nazionale dello Stelvio, è anche sede di produzione del formaggio DOP Silter presso la località di Sant’Apollonia.
Se sei appassionato di ciclismo non puoi non conoscere il passo Gavia: sui suoi tornanti infatti in primavera non di rado passa il Giro d’Italia, ed è meta obbligata per tutti coloro che ne vogliano rivivere le imprese.



Passo del Tonale

Il volto invernale del comprensorio, con le sue discese ed i suoi locali per l’après-ski, si trova ad un solo giro di cabinovia di distanza tanto da Ponte di Legno quando dalle nevi eterne del ghiacciaio Presena. La tua meta ideale per conoscere sciatori da tutta Europa ed oltre.



Parco Nazionale dello Stelvio

Tra i primi parchi nazionali d’Italia ad essere istituito, il Parco dello Stelvio (assieme ad i parchi limitrofi, italiani e svizzeri) costituisce una delle più grandi aree protette della zona alpina, una riserva per molte specie animali e vegetali minacciate dall’uomo.



Parco regionale dell’Adamello

Compreso tra i due passi montani del Tonale e del Crocedomini, il Parco regionale dell’Adamello è la continuazione sul lato lombardo del parco Adamello-Brenta trentino; un patrimonio  turistico e di biodiversità, come testimoniano anche gli avvistamenti di orsi recentemente reintrodotti.